il logo dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

sede: via Tasso 25 - 09128 Cagliari
telefono: 070.499703 - 070.499075 • fax: 070.44370 • P.IVA 00458800927
contatti e-mail
orari per il pubblico: lunedì: 11-13; martedì: 9-13 e 16-20
mercoledì: 9-13; giovedì: 9-13 e 16-20; venerdì: 11-13
[ login ]

IZS, avviso modificato per la selezione di professionisti

L'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sardegna ha modificato la procedura di selezione per l'affidamento di incarichi per un audit energetico sugli edifici dell'ente: l'Ordine aveva segnalato alcuni punti critici nell'avviso pubblico. Con la pubblicazione di modifiche e chiarimenti preannunciati, la scadenza già fissata per il 30 settembre sarà prorogata: per il momento è stata sospesa.

L'Istituto ha comunicato innanzi tutto che sarà aggiunto alla documentazione di gara il calcolo analitico della parcella professionale, elaborato su un importo presunto dei lavori di 1.000.000 € (di cui 400.000 € appartenenti alla Classe e Categoria IIIb e 600.000 alla Classe e Categoria IIIc).

Quanto poi al secondo punto contestato (la richiesta della certificazione di esperto in gestione dell'energia di cui alla Norma UNI CEI 11339:2009), l'Istituto fa notare che “come affermato dalla giurisprudenza amministrativa e dall'AVCP, la stazione appaltante può fissare discrezionalmente requisiti di ordine a speciale anche più restrittivi rispetto a quelli previsti dalla legge, purché essi non siano manifestamente irragionevoli, irrazionali. sproporzionati ed illogici”. Per questi incarichi, si è scelto di richiedere “in ragione della specificità che caratterizza i servizi in oggetto, l'ulteriore requisito del possesso della certificazione UNI CEI 13339:2009, il quale si ritiene pertinente e congruo con lo scopo perseguito di selezionare operatori economici affidabili e competenti a gestire le complessità tecniche dell'incarico, e non si pone nel contempo in violazione con i principi di proporzionalità e ragionevolezza”.

Precisati in precedenza importo dei lavori e categorie, nell'annunciata integrazione dell'avviso - in risposta ai rilievi dell'Ordine sui requisiti dei professionisti - l'amministrazione specificherà che “l'importo complessivo degli affidamenti espletati nell'ultimo decennio di 2.000.000 € dovrà essere costituito da lavori appartenenti alla classe IIIb per 800.000 € e appartenenti alla classe IIIc per 1.200.000 €. Nell'avviso […] si provvederà inoltre a cancellare la prescrizione del limite minimo di importo di 500.000 € riferito al singolo intervento. Si fa presente in proposito che l'oggetto dell'indagine di mercato, vale a dire la redazione di uno studio preliminare di fattibilità ed il supporto al RUP, dovrebbe consentire, nelle intenzioni dell'Amministrazione, di determinare con maggiore precisione l'ammontare dei lavori e le relative categorie di opere che verranno successivamente affidati, unitamente all'attività di progettazione, mediante lo strumento della finanza di progetto di cui all'art. 153 del D.Lgs n. 163/2006.”

La risposta inviata all'Ordine spiega inoltre che “la scelta dell'Amministrazione di richiedere la comprova dei requisiti di capacità tecnica professionale mediante la compilazione di un apposito modello, denominato ‘schede referenze professionali’, predisposto dall'Amministrazione stessa, deriva dalla constatazione che in precedenti analoghi affidamenti l'allegato O di cui al D.P.R n. 207/2010 è stato spesso compilato in maniera errata o incompleta dagli operatori economici, aggravando notevolmente le procedure di valutazione dei curricula. Benché si ritenga legittima l'impostazione dell'avviso pubblico relativamente a tale aspetto, questa Amministrazione […] richiederà agli operatori economici di presentare le informazioni richieste mediante compilazione dell'Allegato O.”

il logo del CNI - Consiglio Nazionale Ingegneri
il logo del Centro Studi del CNI
il logo del 59° Congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri, a Caserta
logo Regione Sardegna - Prezzario Lavori pubblici