il logo dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

sede: via Tasso 25 - 09128 Cagliari
telefono: 070.499703 - 070.499075 • fax: 070.44370 • P.IVA 00458800927
contatti e-mail
orari per il pubblico: lunedì: 11-13; martedì: 9-13 e 16-20
mercoledì: 9-13; giovedì: 9-13 e 16-20; venerdì: 11-13
[ login ]

Supporto al RUP: troppe anomalie nel bando a Telti

L'Ordine degli ingegneri della provincia di Cagliari ha contestato al Comune di Telti alcune incongruenze nella procedura di affidamento di un incarico di supporto al RUP. Al punto 2 del bando si fa riferimento a “non ben identificati lavori pubblici, senza specificare quali siano esattamente oggetto del successivo contratto”: secondo l'Ordine, “trattandosi di incarico professionale esterno, senza vincolo di subordinazione, esso deve necessariamente essere legato a dei lavori pubblici esattamente definiti ed individuati”.

“Del resto anche il calcolo del compenso a base di gara, stimato in 32.400 euro, deve obbligatoriamente scaturire dal calcolo analitico dei compensi da effettuarsi ai sensi del D.M. 143/2013” fa notare nell'Ordine, mentre al bando non risulta allegata la procedura di calcolo per la determinazione del valore dell'incarico, così come disposto anche dall'art. 11 comma 18 della L.R. 5/2007. Per questa ragione, “non risulta in alcun modo come si è giunti alla definizione dell'importo della prestazione dei servizi da porre a base di gara”.

Un altro aspetto giudicato anomalo dall'Ordine riguarda la durata dell'incarico. Sempre al punto 2) dell'avviso si legge infatti che ‘la durata dell'incarico professionale è pari a mesi 12 (dodici), eventualmente prorogabili, decorrenti dalla data della stipula della convenzione professionale con la quale sarà formalizzato l'incarico di che trattasi’. Nella diffida si fa notare invece che “l'incarico libero professionale di supporto al RUP non ha una durata esattamente determinabile, in quanto le varianti alla durata del lavoro non sono né prevedibili né direttamente imputabili all'operato del professionista incaricato di svolgere le funzioni di supporto al RUP. Infatti, solo per citare un esempio non esaustivo, qualora i lavori si dovessero protrarre ulteriormente a causa di inadempimenti dell'impresa, il supporto al RUP non cesserebbe comunque di essere tale solamente perché è scaduto il termine dell'anno di svolgimento dell'incarico”.

“In mancanza di una specifica in tal senso, la definizione temporale di cui sopra, così come la richiesta esatta ‘ad assicurare la presenza presso i medesimi uffici (del comune di Telti - n.d.r.) per un numero complessivo massimo di 1080 ore nei 12 mesi di svolgimento del servizio (numero medio di 90 ore mensili)’ parrebbero giustificabili solamente alla luce di un contratto di tipo subordinato a tempo determinato, cosa peraltro vietato dal citato art. 91 comma 8 del D.Lgs. 163/2006”.

L'avviso era stato pubblicato sul sito del Comune il 17 dicembre, con scadenza 29 dicembre. Secondo l'Ordine, in questo modo non si è rispettato quanto previsto dall'art. 267 comma 7 del D.P.R. 207/2010 primo capoverso che recita: “L'indagine di mercato è svolta previo avviso pubblicato [...] per un periodo non inferiore a quindici giorni”.

Per queste ragioni l'amministrazione è stata invitata a rettificare l'avviso e “concedere ulteriori 15 giorni a partire dalla data di pubblicazione della rettifica. Si ricorda infatti che trattandosi di modifiche sostanziali, è quanto mai opportuno far ripartire i termini per la presentazione delle domande”.

Contestato infine il fatto che nel bando non fosse stata prevista la possibilità di presentare le domande in formato digitale, con la posta elettronica certificata, come consente l'art. 63, commi 3-bis e 3-ter del D.Lgs. n. 82/2005 (Codice dell'Amministrazione digitale), che già dal 1° gennaio 2014 disciplina l'uso della PEC nei rapporti con le pubbliche amministrazioni).

il logo del CNI - Consiglio Nazionale Ingegneri
il logo del Centro Studi del CNI
il logo del 59° Congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri, a Caserta
logo Regione Sardegna - Prezzario Lavori pubblici