il logo dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

sede: via Tasso 25 - 09128 Cagliari
telefono: 070.499703 - 070.499075 • fax: 070.44370 • P.IVA 00458800927
contatti e-mail
orari per il pubblico: lunedì: 11-13; martedì: 9-13 e 16-20
mercoledì: 9-13; giovedì: 9-13 e 16-20; venerdì: 11-13
[ login ]

Urbanista senza laurea: una diffida al GAL Sulcis

L'Ordine ha contestato al GAL Sulcis Iglesiente Capoterra e Campidano di Cagliari alcune scelte fatte nell'avviso di selezione datato 4 dicembre 2014 sull'affidamento di incarichi professionali per l'attuazione del Centro di Sviluppo Locale (Misura 413, Azione 1). Fra i sette esperti che l'ente cerca ci sono anche un architetto del paesaggio/paesaggista e un urbanista da inquadrare come consulente di fascia “junior D”: entrambi dovrebbero lavorare alla creazione di “un catalogo del patrimonio costruttivo presente nel territorio” tramite “la raccolta degli stili, dei materiali utilizzati, delle forme del costruito” che possa costituire “un corpus utile per le riqualificazioni dell'esistente e nella progettazione del nuovo”.

Il compenso dell'urbanista è stimato in 150 euro al giorno (pari a 18,75 euro l'ora, considerando una giornata lavorativa di 8 ore). Nell'avviso si specifica che la liquidazione dei compensi avverrà trimestralmente, dietro presentazione di fattura, e che il lavoro sarà svolto senza alcun vincolo di subordinazione ma esclusivamente in funzione del risultato.

A giudizio dell'Ordine, questa è a tutti gli effetti una prestazione professionale e deve essere trattata come tale: pertanto inquadrata ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e del D.P.R. 207/2010, che regolano i servizi attinenti all'ingegneria e all'architettura. Nella nota inviata al GAL Sulcis, si spiega che “per come è configurato, l'incarico parrebbe rientrare all'interno delle procedure di affidamento previste dall'art. 267 del D.P.R. 207/2010, previa determinazione dell'importo del corrispettivo, così come stabilito dall'art. 262 del medesimo decreto”. L'ente è stato invitato a spiegare perché abbia scelto di “procedere in maniera difforme dalle procedure sopra indicate”.

L'Ordine ricorda che il corrispettivo della prestazione dell'urbanista è disciplinato dal D.M. 143/2013 (tavole allegate Z1, categoria Territorio e Urbanistica). La norma consente di valutare anche le prestazioni complementari per le quali non vi sia una corrispondenza tra l'attività da affidare e quella indicata in tabella. Su queste basi, “appare dunque evidente come l'importo euro/ora stimato per la prestazione del professionista urbanista sia decisamente al di sotto dell'importo stimato dal D. M. 143/2013”.

Nella diffida si fa notare inoltre che “l'approccio della selezione per titoli e colloquio appare più consona ai fini della stipula di altre tipologie contrattuali, quali possono essere quelle del contratto a tempo determinato, e non certo quelle delle prestazioni libero-professionali per i servizi di ingegneria e di architettura”.

Contestazioni anche sui requisiti: secondo il GAL Sulcis, l'urbanista dovrebbe “essere in possesso di diploma di scuola secondaria superiore o di diploma di laurea triennale, laurea quadriennale di vecchio ordinamento in Ingegneria/Architettura oppure diploma di laurea specialistica di nuovo ordinamento in Ingegneria/Architettura”. L'Ordine fa notare che “il solo requisito di scuola secondaria superiore non è in alcun modo sufficiente a garantire la corretta professionalità necessaria a svolgere l'incarico e che, pertanto, il requisito minimo di partecipazione potrà essere quello della laurea triennale. Si ricorda inoltre che la laurea in Ingegneria vecchio ordinamento prevedeva un corso di durata quinquennale e non quadriennale”.

I termini di partecipazione sono stati prorogati di recente: la documentazione richiesta potrà essere presentata fino alle 13 del 29 dicembre 2014.

il logo del CNI - Consiglio Nazionale Ingegneri
il logo del Centro Studi del CNI
il logo del 59° Congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri, a Caserta
logo Regione Sardegna - Prezzario Lavori pubblici