il logo dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

sede: via Tasso 25 - 09128 Cagliari
telefono: 070.499703 - 070.499075 • fax: 070.44370 • P.IVA 00458800927
contatti e-mail
orari per il pubblico: lunedì: 11-13; martedì: 9-13 e 16-20
mercoledì: 9-13; giovedì: 9-13 e 16-20; venerdì: 11-13
[ login ]

Dirigente ingegnere per la ASL 5: dubbi sul bando

L'Ordine degli ingegneri della provincia di Cagliari ha chiesto chiarimenti alla ASL 5 (Oristano) a proposito del concorso per l'assunzione a tempo indeterminato di un dirigente ingegnere per il Servizio di prevenzione e protezione (scadenza 29 dicembre 2014).

Il bando (all'art. 1 lett. B - “Requisiti per di ammissione – Requisiti specifici”) ammette i candidati in possesso di diploma di laurea in Ingegneria civile o Ingegneria edile o Ingegneria industriale o Ingegneria meccanica, conseguito in base al pregresso ordinamento, ovvero con laurea specialistica (D.M. 509/99) in Ingegneria civile 28/S o Ingegneria meccanica 36/S, ovvero ancora con laurea magistrale (DM 270/04) in Ingegneria civile LM-23, Ingegneria dei sistemi edilizi LM24, Ingegneria della sicurezza LM26, Ingegneria meccanica LM-33.

L'Ordine fa notare che la specifica dei codici delle lauree non sembra essere esattamente corrispondente a quanto scritto nell'antefatto: non viene menzionata la laurea in ingegneria edile corrispondente alla 4/S “Architettura e ingegneria edile”, ai sensi del DM 509/99, ovvero LM-4 “Architettura e ingegneria edile – architettura” ai sensi del DM 270/04. Inoltre non viene menzionata la laurea in ingegneria industriale corrispondente alla 10 “Ingegneria industriale” ai sensi del DM 509/99, ovvero L-9 “Ingegneria industriale” ai sensi del DM 270/04.

Scrive ancora l'Ordine: “Ai sensi del decreto interministeriale 9 luglio 2009, come si ricava dall'allegato denominato ‘Equiparazione tra lauree di vecchio ordinamento, lauree specialistiche e lauree magistrali’, la laurea LM-26 “Ingegneria della sicurezza” da Voi citata ed ammessa alla selezione, è equiparata alla laurea 38/S “Ingegneria per l'ambiente ed il territorio”. Alla luce di ciò, si ritiene pertanto corretto che vengano ammessi anche i laureati in Ingegneria per l'ambiente ed il territorio”.

Diversi iscritti hanno manifestato dubbi anche a proposito della valutazione dei titoli: l'Ordine chiede alla ASL 5 “di esplicitare se l'esperienza quinquennale per l'ammissione al concorso possa essere documentata anche attraverso esperienze lavorative differenziate, ossia come sommatoria di esperienze nel settore pubblico (per esempio contratti subordinati stipulati con la pubblica amministrazione) ed esperienze nel settore privato (per esempio attività libero professionale svolta in proprio o presso studi professionali). A tale proposito parrebbe infatti opportuno che le attività fossero cumulabili se riferite alle posizioni equipollenti a quelle da Voi richieste“.

”Si chiede inoltre di voler meglio specificare quali siano le materie su cui verteranno la prova scritta e la prova orale, in quanto l'indicazione di cui al bando, ossia “Relazione su argomenti scientifici relativi alle materie inerenti al profilo messo a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alle materie stesse” e “Colloquio nelle materie delle prove scritte nonché su altre materie attinenti al profilo a concorso”, lascia ampio margine di discrezionalità sulle materie di studio propedeutiche al corretto svolgimento delle prove d'esame”.

il logo del CNI - Consiglio Nazionale Ingegneri
il logo del Centro Studi del CNI
il logo del 59° Congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri, a Caserta
logo Regione Sardegna - Prezzario Lavori pubblici