il logo dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

sede: via Tasso 25 - 09128 Cagliari
telefono: 070.499703 - 070.499075 • fax: 070.44370 • P.IVA 00458800927
contatti e-mail
orari per il pubblico: lunedì: 11-13; martedì: 9-13 e 16-20
mercoledì: 9-13; giovedì: 9-13 e 16-20; venerdì: 11-13
[ login ]

Incarico al Comune di Setzu: rettifica parziale

Il Comune di Setzu ha accolto in parte i rilievi dell'Ordine degli ingegneri della provincia di Cagliari a proposito dell'avviso per l'affidamento di un incarico professionale per i lavori di adeguamento, ampliamento e riqualificazione energetica del municipio.

Le modifiche riguardano la possibilità di inviare le domande di partecipazione in formato digitale, con la posta elettronica certificata (inizialmente non prevista, in violazione dell'art. 63, commi 3-bis e 3-ter del D.Lgs. n. 82/2005 - Codice dell'Amministrazione digitale, che già dal 1° gennaio 2014 disciplina l'uso della PEC nei rapporti con le pubbliche amministrazioni) e la data di scadenza dell'avviso, pubblicato all'albo pretorio del Comune il 18 dicembre. Le domande avrebbero dovuto essere presentate entro il 31 dicembre, ma l'Ordine aveva ricordato all'amministrazione che il termine minimo previsto dall'art. 267 comma 7 del DPR 207/2010) è di 15 giorni dalla data di pubblicazione.

“Si chiede pertanto di rettificare l'avviso e concedere ulteriori 15 giorni a partire dalla data di pubblicazione della rettifica”, aveva scritto l'Ordine, considerato che, “trattandosi di modifiche sostanziali, è quanto mai opportuno far ripartire i termini per la presentazione delle domande” (vedere in questo senso le deliberazioni n. 361 del 17 dicembre 2002 e n. 84 del 15 novembre 2006 dell'Autorità di vigilanza).

Un terzo rilievo riguardava la percentuale forfetaria indicata per spese e oneri accessori (15%): per quanto in regola con l'art. 5 del D.M. 143/2013, era più bassa di quella prevista dal programma di contabilità lavori approvato dai Consigli nazionali degli ingegneri e degli architetti. L'Ordine aveva chiesto quindi al Comune di adeguare l'importo a quel 25% che il CNI ha ritenuto opportuno fissare di default “alla luce della reale incidenza delle spese nel quadro economico della prestazione”.

L'amministrazione ha risposto che “avendo già acquisito la progettazione preliminare e definitiva, si ritiene congruo mantenere al 15% la percentuale delle spese e degli oneri accessori”. L'avviso rettificato è stato ripubblicato il 30 dicembre.

il logo del CNI - Consiglio Nazionale Ingegneri
il logo del Centro Studi del CNI
il logo del 59° Congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri, a Caserta
logo Regione Sardegna - Prezzario Lavori pubblici