il logo dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

sede: via Tasso 25 - 09128 Cagliari
telefono: 070.499703 - 070.499075 • fax: 070.44370 • P.IVA 00458800927
contatti e-mail
orari per il pubblico: lunedì: 11-13; martedì: 9-13 e 16-20
mercoledì: 9-13; giovedì: 9-13 e 16-20; venerdì: 11-13
[ login ]

Pompe di calore elettriche: nuova tariffa dal 1° luglio

Dal 1º luglio è partita una sperimentazione tariffaria in tutta Italia per i clienti domestici in bassa tensione che utilizzano pompe di calore elettriche come unico sistema di climatizzazione della propria abitazione. La nuova tariffa D1 è fissa e supera la progressività nel prezzo del kWh, che riguarda prevalentemente le tariffe cosiddette “di maggior tutela” applicate a tutti gli utenti che ancora non sono passati al mercato libero dell'energia.

L'obiettivo di questa sperimentazione è incoraggiare l'adozione di impianti a pompa di calore, siano essi a espansione diretta (split o VRF) o idronici (aria/acqua o geotermici), che garantiscono una elevata efficienza e consentono notevoli risparmi energetici anche - per l'inverno - rispetto alle caldaie a condensazione più evolute. Scegliendo la D1 si pagheranno circa 0,23 €/kWh, anziché l'attuale tariffa progressiva che va da 0,10 €/kWh a oltre 0,40 €/kWh.

La sperimentazione andrà avanti per sei mesi, poi gli utenti saranno chiamati a giudicare l'utilità del nuovo sistema. Per passare alla tariffa D1 sarà sufficiente presentare una domanda al proprio fornitore di energia elettrica: l'utente può indicare da quale data vuole cominciare la sperimentazione (dopo il 1º luglio). Non sono previsti oneri, tranne quelli per l'eventuale cambio di potenza del contatore, se inevitabile.

Non sarà necessario creare una seconda linea elettrica, ma si potrà utilizzare un unico contatore che alimenterà con la tariffa sperimentale tutte le apparecchiature elettriche domestiche. Con una semplice domanda, in qualsiasi momento sarà possibile eventualmente ritornare al vecchio sistema tariffario.

Potranno sperimentare la tariffa D1 gli utenti che dimostreranno di utilizzare le pompe di calore come unico impianto di climatizzazione domestico. Se nella casa sono presenti altri generatori di calore, questi devono avere solo un funzione di integrazione della pompa di calore eed essere alimentati da fonti rinnovabili (ad es. camino/stufa a legna/pellet; collettori solari termici); oppure devono essere usati solo in situazioni di emergenza (ad es. caldaie a gas/gasolio preesistenti all’installazione della pompa di calore). In ogni caso il sistema a pompa di calore da solo deve essere in grado di coprire l’intero fabbisogno termico per riscaldamento dell’abitazione.

Tutti i dettagli sulla sperimentazione della tariffa D1 sono nella deliberazione 205/2014/R/EEL (8 maggio 2014) dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico.

2014
il logo del CNI - Consiglio Nazionale Ingegneri
il logo del Centro Studi del CNI
il logo del 59° Congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri, a Caserta
logo Regione Sardegna - Prezzario Lavori pubblici