il logo dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

sede: via Tasso 25 - 09128 Cagliari
telefono: 070.499703 - 070.499075 • fax: 070.44370 • P.IVA 00458800927
contatti e-mail
orari per il pubblico: lunedì: 11-13; martedì: 9-13 e 16-20
mercoledì: 9-13; giovedì: 9-13 e 16-20; venerdì: 11-13
[ login ]

Consiglio - seduta del 12 aprile 2010

Sono presenti il presidente Gianni Massa, il segretario Gianluca Cocco, il tesoriere Laura Rutilio e i consiglieri Alessandro Casu (lascia a seduta in corso), Maurizio Boaretto, Andrea Casciu, Annamaria Deplano, Giuseppe Garau, Sergio Lai, Gabriella Lena (lascia a seduta in corso), Gaetano Attilio Nastasi, Nicola Puddu, Pierfrancesco Testa, Sandra Tobia (arriva a seduta in corso), Salvatore Todde.

Il presidente riferisce sull'Assemblea dei presidenti della settimana precedente. Sono state apportate modifiche al documento di lettura critica della bozza di regolamento sui Lavori pubblici. Il documento sarà distribuiti ai consiglieri appena giungerà all'Ordine. Si è discusso inoltre sulla nota dell'avv. Mastrolilli a proposito di “Attività giurisdizione Ordini e Cni” (giudizi disciplinari e procedura).

Il 18 e 30 marzo una rappresentanza dell'Ordine ha partecipato ai convegni sul Piano Casa: si riferisce in merito. Il presidente inoltre informa il Consiglio in merito agli articoli ed ai servizi usciti sulla stampa e in tv nel mese precedente, relativi ad interventi dell'Ordine degli Ingegneri di Cagliari su diversi argomenti (19 marzo: articolo su L'Unione Sarda oltre ai servizi su Sardegna 1 e Videolina; 24 marzo: trasmissione Arasolè su Sardegna 1).

Il 9 aprile la Facoltà di Architettura ha organizzato un incontro con Carlo Olmo, storico dell'architettura. L'ing. Gianluca Cocco, delegato a partecipare all'incontro, riassume il proprio intervento, che ha riguardato il ruolo del professionista dal '900 ad oggi, ed in particolare i passi del libro di Olmo che evidenziano il lento passaggio del professionista stesso dal ruolo sociale e autorevole di inizio XX secolo all'ingresso nel ceto medio indifferenziato degli ultimi decenni, con un mutamento di ruolo ed una progressiva perdita di riconoscibilità intellettuale. L'intervento ha contribuito ad aprire durante la serata un dibattito costruttivo sulla cultura della responsabilità e sul nuovo ruolo al quale sono chiamati gli Ordini professionali.

Venerdì 9 aprile si è tenuta la Conferenza per le energie rinnovabili, organizzata dalla Regione Sardegna. L'invito alla conferenza è arrivato appena il giorno prima, tanto che diversi altri Ordini professionali non hanno ritenuto opportuno partecipare. Per l'Ordine di Cagliari è stato delegato il consigliere Nastasi, che riassume per il Consiglio il proprio intervento. Innanzi tutto è stato sottolineato che il provvedimento approvato dalla Giunta regionale con delibera n. 10/3 del 12 marzo 2010 (Atto di indirizzo e linee guida in materia di procedure autorizzative per la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili) di fatto estende l'applicazione della gravosa procedura prevista per gli impianti industriali a quella fattispecie di impianti per i quali la normativa nazionale prevede procedure semplificate. È il caso degli impianti solari integrati o parzialmente integrati negli edifici, ma anche del minieolico, che non comportano alcun impatto sull'ambiente né tantomeno l'uso e consumo di risorse naturali.

Per l'ennesima volta, la Regione Sardegna non esercita il ruolo istituzionale di ente preposto alla programmazione e alla pianificazione. Non esiste un piano energetico regionale, nessuna delle provincie di conseguenza ha potuto redigere il proprio. Un solo Comune ha adeguato il proprio regolamento edilizio alla normativa in materia di risparmio energetico. Nessuno ha predisposto almeno un allegato energetico al regolamento edilizio e al piano particolareggiato del centro storico.

Il consigliere Nastasi ha invitato fra l'altro la Giunta regionale a ritirare il provvedimento citato e ad emanare nuove linee guida che tutelino il paesaggio e l'ambiente, con il corretto inserimento degli impianti nel territorio e l'individuazione dei siti non idonei all'installazione di specifiche tipologie di impianti. In futuro sarebbe opportuno utilizzare il metodo della concertazione preventiva con i rappresentanti di professionisti, imprese e associazioni dei consumatori in vista dell'adozione di provvedimenti di questa importanza.

Dopo aver ricordato al Consiglio che nella bozza delle linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici era presente un allegato B, “Costi indicativi e non vincolanti per il servizio di certificazione energetica degli edifici ad uso civile (residenziale e terziario)”, non inserito nel decreto ministeriale 26 giugno 2009, il consigliere Nastasi propone che l'Ordine di Cagliari adotti quello schema di tariffa come riferimento per il calcolo degli onorari associati a tali prestazioni professionali e di proporre alla Federazione l'adozione a livello regionale. Il Consiglio decide di utilizzare come riferimento lo schema di tariffa proposto.

L'Ordine è stato invitato a far parte del comitato di indirizzo della Facoltà di Architettura di Cagliari e parteciperà alla prima riunione con il presidente Massa e il segretario Cocco.

Iscrizioni. Viste le domande presentate ed esaminata la documentazione allegata, il Consiglio delibera l'iscrizione all'Albo A, con anzianità 12 aprile 2010, degli ingegneri Davide Ariu, Andrea Mocci, Roberto Zuddas.

Trasferimento. Vista la richiesta del professionista ed esaminata la documentazione agli atti, il Consiglio delibera il trasferimento dell'ing. Stefano Danesini (n. 5540) da quest'Ordine a quello di Monza-Brianza.

Cancellazioni. Appresa la notizia ed esprimendo i sensi del più profondo cordoglio, il Consiglio delibera la cancellazione dall'Albo dell'ing. Giovanni Spiga, deceduto il 30 marzo 2010.

Parcelle. Il 7 aprile, la Commissione Revisione ha esaminato tre parcelle, proponendo al Consiglio l'approvazione. Il Consiglio approva.

La stessa Commissione ha aggiornato la procedura per l'approvazione delle parcelle. Da ora in poi la documentazione presentata in formato cartaceo (prospetto, lettera, incarico ecc.) dovrà essere prodotta anche in formato digitale (pdf) su supporto non modificabile (cd/dvd) accompagnato da una autocertificazione sulla conformità del contenuto alla documentazione consegnata in segreteria; dovrà essere allegata anche una fotocopia di un documento di identità. La modulistica aggiornata potrà essere scaricata dal sito.

Terne e segnalazioni. Vista la richiesta della Manutec srl per il collaudo statico di un capannone industriale (mc 7.626) il Consiglio delibera di segnalare i colleghi Gian Mauro Frau (n. 2311), Giorgio Giovanni Friargiu (n. 1326), Gian Paolo Gamberini (n. 1264).

Vista la richiesta dell'impresa Enne Esse Costruzioni snc per il collaudo statico di locali uso ufficio (mc 965,03), il Consiglio delibera di segnalare i colleghi Giorgio Garau (n. 844), Ignazio Garau (n. 2181), Luciano Garau (n. 1997).

Esami di Stato. Vista la nota del Ministero per l'Università del 19 marzo 2010 sugli esami di Stato di abilitazione alla professione di ingegnere, il Consiglio delibera la composizione delle terne. Membri effettivi, 1.a terna: Carlo Muscas, Gianni Fenu, Serafino Casu; 2.a terna: Fabrizio Contini, Gianpaolo Fanti, Mario Andretta; 3.a terna: Giorgio O. Cicalò, Enrico Montalbano, Walter Quarto; 4.a terna: Ettore De Cherchi, Felice Castelli, Igino Mura. Membri supplenti, 1.a terna: Raffaele Cotza, Gaetano Ranieri, Pietro Paolo Mura; 2.a terna: Agostino Rombi, Alberto Liguori, Piero Piccoi.

Sulla scorta di quanto discusso nelle precedenti sedute, il Consiglio delibera di creare nuovi elenchi dai quali attingere in caso di richieste di segnalazione per ingegneri esperti in specifici settori. Gli iscritti saranno informati attraverso tutti i canali di comunicazione. I nuovi elenchi saranno operativi dal 1º giugno, sostituiranno i precedenti e costituiranno la base per le future segnalazioni.

Commissioni. Fino ad oggi le riunioni delle Commissioni tecniche sono state 53, con circa 500 partecipanti.

Per l'incontro di aggiornamento organizzato dalla Commissione CTU per il 15 aprile presso l'aula magna del Tribunale di Cagliari sono arrivate 341 adesioni.

La Commissione Energia ha collaborato con il Centro Servizi della Camera di commercio di Cagliari nell'organizzazione del seminario su “Efficienza energetica nell'edilizia: tra innovazione e tradizione” (20 aprile), patrocinato dall'Ordine.

La Commissione Sistemi di Gestione metterà come primo punto all'ordine del giorno per la prossima riunione l'audit-check up aziendale dell'Ordine degli Ingegneri, in conformità alla UNI EN ISO 9001/08.

La Commissione Formazione e Aggiornamento propone l'organizzazione di due giornate per gli iscritti su fiscalità e previdenza e presenta un'ipotesi di finanziamento per l'attività di formazione e aggiornamento degli ingegneri iscritti all'Albo.

Bandi. Sono arrivate segnalazioni da diversi iscritti a proposito delle modalità di affidamento di incarichi nelle amministrazioni (procedure per titoli e tipologia di qualifiche richieste). La Commissione Bandi valuterà caso per caso, verificando ogni volta le migliori modalità di segnalazione ai diversi enti per intervenire nell'interesse della categoria.

Comunicazione. Il presidente evidenzia la necessità di confermare alcune convenzioni in atto. Informa che è necessario potenziare il sito internet e creare una nuova grafica e un nuovo logo, individuando anche un consulente per la comunicazione. Si propone una commissione per studiare l'argomento, formata dal presidente Gianni Massa, dal segretario Gianluca Cocco, dal tesoriere Maria Laura Rutilio, dai vice-presidenti Segio Lai e Salvatore Todde, e dal consigliere Maurizio Boaretto.

Segreteria. Visto il carico di lavoro, il presidente propone la nomina di una commissione per studiare le modalità con cui attivare una collaborazione esterna per la segreteria. Viene nominata una commissione interna composta dal presidente Gianni Massa, dal segretario Gianluca Cocco, dal tesoriere Maria Laura Rutilio, dai vice-presidenti Sergio Lai e Salvatore Todde, e dal consigliere Maurizio Boaretto.

Manutenzione sede. Si delibera di utilizzare la sala archivio per le riunioni delle commissioni. Sarà necessario un lavoro di riordino e adattamento: l'ing. Casu e l'ing. Rutilio si occuperanno dei lavori.

Convegni e seminari. Vista la richiesta di patrocino presentata dalla Scame Parre s.p.a., il Consiglio delega il presidente a valutare il programma.

 

il logo del CNI - Consiglio Nazionale Ingegneri
il logo del Centro Studi del CNI
il logo del 59° Congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri, a Caserta
logo Regione Sardegna - Prezzario Lavori pubblici