il logo dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

sede: via Tasso 25 - 09128 Cagliari
telefono: 070.499703 - 070.499075 • fax: 070.44370 • P.IVA 00458800927
contatti e-mail
orari per il pubblico: lunedì: 11-13; martedì: 9-13 e 16-20
mercoledì: 9-13; giovedì: 9-13 e 16-20; venerdì: 11-13
[ login ]

Consiglio - seduta del 6 dicembre 2010

Sono presenti il presidente Gianni Massa, il segretario Gianluca Cocco, il tesoriere Maria Laura Rutilio e i consiglieri Maurizio Boaretto, Andrea Casciu, Alessandro Casu, Annamaria Deplano, Giuseppe Garau, Gabriella Lena, Gaetano Attilio Nastasi, Pierfrancesco Testa, Sandra Tobia (seduta in corso), Salvatore Todde. Assente non giustificato Nicola Puddu; assente giustificato Sergio Lai.

Il presidente Massa riferisce che, in occasione dell'Assemblea dei presidenti di sabato 4 dicembre, il presidente di Inarcassa arch. Paola Muratorio si è detta disponibile ad un incontro in Sardegna. L'argomento sarà portato all'attenzione della Federazione.

Nell'incontro previsto per il 14 dicembre in occasione del convegno “Piano Casa Tour”, al quale sono invitati a intervenire i quattro Ordini della Sardegna, l'Ordine di Cagliari sarà rappresentato dal presidente, che esporrà la posizione del Consiglio anche in riferimento a quanto emerso nelle specifiche commissioni. Il presidente coglierà inoltre l'occasione per denunciare le criticità di funzionamento degli Uffici tecnici deputati alle istruttorie in materia di edilizia privata (come emerso da numerose segnalazioni degli iscritti).

Il presidente, in riferimento alla segnalazione dei consiglieri Boaretto, Lena, Deplano, Puddu, Tobia e Todde (prot. 905 del 16 luglio 2010), comunica al Consiglio di aver effettuato le verifiche di competenza e che sarà depositata in segreteria la relazione contenente le verifiche effettuate; del deposito avvenuto sarà data comunicazione al Consiglio. Il consigliere Deplano chiede se effettivamente questo Consiglio sia competente ad esprimere valutazioni in merito alla questione. Massa risponde che il presidente, come previsto dalle norme, deve verificare in una prima fase se i fatti sussistano e se siano tali da giustificare la prosecuzione del procedimento. Nel caso in cui le verifiche effettuate rilevassero validi motivi per l'avvio del procedimento, il Consiglio dell'Ordine degli ingegneri di Cagliari non sarebbe competente: si dovrebbe esprimere il Consiglio dell'Ordine provinciale viciniore.

Iscrizioni. Viste le domande presentate ed esaminata la documentazione allegata, il Consiglio delibera l'iscrizione all'Albo A, con anzianità 6 dicembre 2010, degli ingegneri Maria Elena Argiolas, Filomena Canu, Daniele Casula, Giovanni Casula, Gabriele Delogu, Marco Garau, Luisa Gulli, Andrea Mameli, Andrea Meloni, Claudia Pani, Marcello Piras, Raffaele Nuvoli.

Dimissioni. Viste le richieste ed esaminata la documentazione agli atti, il Consiglio delibera la cancellazione dall'Albo, per volontarie dimissioni, degli ingegneri Mario Agus (numero 3213), Marco Ambu (7012), Guido Aru (4286), Pierandrea Gatto (4925), Corrado Lai (3766), Luigi Menghi (732), Giancarlo Montazzoli (6958), Antonio Ruscazio (1772), Francesco Sanna (4021), Giuseppe Tropea (1917), Daniela Garau (B 167), Franco Cubeddu (2285).

Parcelle. La Commissione parcelle il 2 dicembre ha esaminato una parcella, che viene bocciata con l'importo di convenzione. Si vidima la congruità con la correzione del totale aliquote (maggiorazioni ex art. 16 L. 143/49) e l'inserimento della maggiorazione del 25% per incarico parziale (ex. art. 18 L. 143/49); dovrà invece essere eliminato lo sconto, in quanto non applicabile all'epoca dell'espletamento dell'incarico. Il Consiglio si riserva di aprire un procedimento disciplinare nei confronti del professionista che ha disatteso l'applicazione delle tariffe vigenti all'epoca dello svolgimento dell'incarico, avendo applicato un ribasso non ammissibile.

Si approvano altre due parcelle con le correzioni proposte dalla Commissione sempre nella seduta del 2 dicembre.

Al prossimo Consiglio verrà portata la codifica per le prestazioni in materia di sicurezza pubblico/privata e l'aggiornamento della tariffa in merito ai collaudi statici con la revisione dei calcoli strutturali.

Il consigliere Maria Laura Rutilio illustra le proposte per compilazione delle parcelle per le prestazioni professionali inerenti la D.I.A. e aventi per oggetto il “Rilascio del titolo abilitativo da parte delle amministrazioni comunali e/o del permesso di costruire”. Dopo ampia discussione si decide di riformulare la proposta in modo più articolato per ripresentarla durante una delle prossime riunioni del Consiglio.

In riferimento alle tariffe di Geotecnica, si concorda di approfondire l'argomento tra le Commissioni Parcelle, Geotecnica e Strutture. I consiglieri Rutilio e Testa seguiranno la questione.

Segnalazioni. In riferimento alla richiesta di un elenco di professionisti iscritti all'Albo da almeno 5 anni ed esperti nella preparazione della documentazione Duap, il Consiglio delibera di indicare coloro che risultano iscritti contemporaneamente negli elenchi degli esperti in strutture e impianti.

Attività Commissioni. In seguito a diverse segnalazioni ricevute dall'Ordine a proposito dei difficili rapporti tra professionisti e Uffici tecnici degli enti locali - riguardanti in particolare lungaggini burocratiche, mancanza di omogeneità nella documentazione richiesta per istruire una stessa pratica a seconda dell'ente o addirittura, all'interno di uno stesso ente, a seconda del tecnico a cui ci si rivolge - si ritiene opportuno discutere, assieme ai rappresentanti degli altri Ordini e Collegi, sulle difficoltà riscontrate e sulle possibili soluzioni da proporre agli enti pubblici. La Commissione Formazione e Aggiornamento conviene sulla necessità di organizzare un dibattito sul tema “Professionista-Ufficio ente pubblico: criticità e punti di incontro”.

Sarà organizzato un incontro con i giovani ingegneri, previsto per il 20 dicembre. Il convegno “Previdenza Inarcassa” sarà organizzato entro il primo trimestre 2011.

Il consigliere Annamaria Deplano, delineando il quadro da cui discende l'esigenza professionale per gli ingegneri di avere conoscenza e consapevolezza sulla tematica delle Valutazioni Ambientali, propone, in accordo con i consiglieri Tobia, Lena, Todde, Boaretto e Puddu, l'organizzazione di interventi di informazione, formazione e aggiornamento sull'argomento. Una conferma dell'interesse per iniziative formative in materia ambientale deriva dai dati raccolti dalla Commissione Formazione e Aggiornamento nel sondaggio esplorativo generale già effettuato. Gli incontri, programmabili per i primi sei mesi del 2011, potrebbero essere calibrati sulle esigenze di diverse categorie di destinatari (neoiscritti, dipendenti pubblici, liberi professionisti esperti e non).

Il consigliere Deplano manifesta la propria disponibilità a trattare gli argomenti all'interno di un corso destinato ai colleghi più giovani, con l'obiettivo specifico di fornire una panoramica sulle Valutazioni Ambientali. Il presidente ritiene importante l'iniziativa e sottolinea l'esigenza di proporre incontri e conferenze aperti a tutti gli iscritti e, successivamente, valutare l'opportunità di predisporre corsi specifici. Dalla discussione emerge che il Consiglio ritiene di interesse l'iniziativa e propende per la gratuità dell'intervento dedicato ai colleghi di più recente iscrizione. La progettazione di dettaglio e le modalità attuative saranno affrontate nei lavori della Commissione Formazione e Aggiornamento. Tutti i consiglieri interessati sono invitati a partecipare. Si ipotizza una eventuale prima fase di presentazione dell'iniziativa una volta definito in dettaglio la natura degli interventi (corsi formazione, seminari, incontri di aggiornamento).

Il consigliere Gabriella Lena riferisce che capita frequentemente di ricevere dai colleghi quesiti in materia di sicurezza e salute sul lavoro, di rilevanza tale da ritenere opportuno, come già accaduto in passato, il coinvolgimento degli Organi di vigilanza competenti, al fine di fornire risposte in linea anche con le indicazioni recepite dagli stessi organi a livello territoriale. Il coordinatore della Commissione Sicurezza, che attualmente coordina anche l´attività di formazione in materia di sicurezza e salute, ha contattato informalmente i responsabili del Servizio di prevenzione della ASL 8 (SPRESAL) di Cagliari e della Direzione regionale del Lavoro. È emersa la disponibilità ad un confronto con la nostra categoria, al fine anche di definire un protocollo di intesa per individuare aspetti critici della norma e poter condividere le risposte da fornire ai colleghi in riferimento ai quesiti posti. Si approfondirà l'argomento in Commissione in vista di un incontro.

Concorso segreteria. Il gruppo di lavoro incaricato di seguire il concorso per il personale di segreteria ha analizzato la documentazione prodotta dal dott. Tola, dando mandato allo stesso consulente di verificare la compatibilità dell'attuale pianta organica con l'esigenza di assumere due profili professionali, verificando le mansioni previste dall'Ordine. Il dott. Tola consegnerà la sua relazione entro fine gennaio. Il Consiglio delibera di affidare al consulente l'elaborazione di una bozza di bando.

Ricorso. Il 18 novembre 2008 l'Ordine, attraverso lo studio legale Grimaldi, aveva presentato un ricorso per abuso di professione, a seguito di segnalazioni fatte da alcuni iscritti. Il 18 marzo 2009 era stata richiesta l'archiviazione da parte del PM. Il 20 marzo 2009 era stata fatta opposizione al ricorso. L'udienza è stata fissata per il 20 gennaio 2011. Il Consiglio delega il presidente a verificare il percorso della pratica e a riferire al Consiglio l'esito dell'udienza.

Bilancio. Il tesoriere Maria Laura Rutilio espone sinteticamente il bilancio di previsione 2011. Il Consiglio lo approva. Il presidente propone che il bilancio sia illustrato alle Commissioni , per raccogliere suggerimenti e integrazioni. Al termine di questo percorso le proposte saranno discusse in Consiglio, prima di portare il bilancio all'approvazione dell'Assemblea generale. Il Consiglio approva.

Concorso tesi di laurea. Il consigliere Giuseppe Garau presenta il bando elaborato dal gruppo di lavoro, assieme alla Commissione Architettura. Si discute sull'opportunità che il bando possa essere aperto ai soli iscritti all'Ordine di Cagliari, secondo la proposta di Annamaria Deplano. Si approva la bozza di bando e si dà mandato al presidente e al consigliere Garau di richiedere un incontro con la Facoltà di Ingegneria per condividere il bando stesso e per stabilire le modalità di promozione.

Cultura e solidarietà. I consiglieri Andrea Casciu, Alessandro Casu, Gianluca Cocco, Sergio Lai, Giuseppe Garau, Gianni Massa, Gaetano Nastasi, Laura Rutilio e Checco Testa propongono al Consiglio l'organizzazione di una serata culturale nel periodo natalizio. Si pensa a uno spettacolo teatrale che possa avvicinare l'Ordine degli Ingegneri di Cagliari alla comunità cittadina, promuovendo un evento culturale il cui incasso possa essere devoluto a favore di un'associazione che si occupi attivamente di politiche sociali nella provincia.

L'iniziativa, che si è certi avrà successo tra i colleghi, sarà la prima di una serie di iniziative del Consiglio dell'Ordine finalizzate alla organizzazione di eventi culturali verso gli iscritti e più in generale verso la cittadinanza; si ritiene infatti che iniziative di questo genere (incontri con personalità della cultura, presentazioni di libri, premi e concorsi per le tesi di laurea) contribuiscano a collocare l'Ordine e dunque l'intera categoria in prima linea nella comunicazione verso l'esterno di importanti valori come l'etica e l'importanza della professione di ingegnere, il ruolo dell'ingegneria nello sviluppo della società e dell'economia, mettendo in particolar modo in evidenza il volto umano e sociale della professione.

Il segretario Cocco presenta nel dettaglio al Consiglio costi stimati, programma, collaborazioni attivate. L'Amministrazione comunale di Cagliari è disposta a concedere a titolo gratuito, salvo le spese vive, il teatro Massimo (circa 700 posti). La data proposta per lo spettacolo è il 27 dicembre 2010. I costi organizzativi troveranno copertura con le sponsorizzazioni e, per la parte rimanente, con l'incasso ed eventualmente dal bilancio preventivo 2010 del Consiglio, alla voce “promozione eventi culturali”, per le voci compatibili con l'organizzazione della serata.

Convegni e seminari. Il consigliere Boaretto ricorda al Consiglio l'incontro di sabato 11 dicembre a Carbonia (premiazione delle idee progettuali su ”Serbariu: dalla discarica all'ecoparco”), sottolineando l'opportunità della presenza dell'Ordine. Il presidente comunica che parteciperà al convegno.

Inserimento professionale. Il presidente informa il Consiglio che è stato pubblicato il bando e che gli Ordini professionali saranno chiamati ad essere parte attiva per la sua riuscita. L'Ordine potrebbe essere inoltre un diretto beneficiario. Il Consiglio delega l'ing. Testa quale referente.

il logo del CNI - Consiglio Nazionale Ingegneri
il logo del Centro Studi del CNI
il logo del 59° Congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri, a Caserta
logo Regione Sardegna - Prezzario Lavori pubblici