il logo dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

sede: via Tasso 25 - 09128 Cagliari
telefono: 070.499703 - 070.499075 • fax: 070.44370 • P.IVA 00458800927
contatti e-mail
orari per il pubblico: lunedì: 11-13; martedì: 9-13 e 16-20
mercoledì: 9-13; giovedì: 9-13 e 16-20; venerdì: 11-13
[ login ]

Consiglio - seduta del 2 febbraio 2011

Sono presenti il presidente Gianni Massa, il segretario Gianluca Cocco, il tesoriere Maria Laura Rutilio e i consiglieri Andrea Casciu, Alessandro Casu, Annamaria Deplano, Giuseppe Garau, Sergio Lai, Gabriella Lena, Gaetano Attilio Nastasi, Nicola Puddu, Pierfrancesco Testa, Salvatore Todde. Gli assenti sono tutti giustificati.

Il presidente illustra la circolare CNI n. 381, XVII sessione, con la risposta del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici in merito alle competenze degli ingegneri e architetti juniores. Si rammenta la necessità di attivare il confronto in materia tra i colleghi delle due sezioni, anche al fine di istituire una Commissione competenze, così come già deliberato in precedenza; i consiglieri referenti sono Gaetano Nastasi, Nicola Puddu, Laura Rutilio.

A proposito della circolare CNI n. 384, XVII sessione (bozza di regolamento della procedura di mediazione), il presidente propone di inviare il documento alla discussione della Commissione CTU per le valutazioni nel merito.

Si illustra la circolare CNI n. 378, XVII sessione, con gli indirizzi in materia di riforma tariffaria.

Letta la circolare CNI n. 383, XVII sessione (titolo accademico e titolo professionale - informazioni da riportare sul timbro - indicazioni circa la distinzione e la corretta dizione iscritti sezioni A e B - riepilogo della disciplina), il Consiglio dà mandato al segretario di verificare la correttezza con quanto applicato dall'Ordine di Cagliari.

In relazione alla nota prot. n. 905 del 16 luglio 2010, e facendo seguito a quanto comunicato nel Consiglio del 6 dicembre scorso, il presidente comunica che il 17 febbraio sarà depositata e messa a disposizione in segreteria la relazione sulle verifiche effettuate.

Iscrizioni. Viste le domande presentate ed esaminata la documentazione allegata, il Consiglio delibera l'iscrizione all'Albo A, con anzianità 2 febbraio 2011, degli ingegneri Silvana Amadu, Stefano Amico, Maria Assunta Argiolas, Walter Balloco, Omar Busacchi, Marco Busalla, Lorenzo Cabras, Nicola Caredda, Salvatore Casula, Sara Cavada, Rita Cinus, Pietro Coli, Fabio Fiori, Andrea Frau, Aliaksandr Homan, Claudia Internicola, Stefano Isola, Carla Lamieri, Matteo Lecis Cocco Ortu, Marta Lippi, Riccardo Luciano, Andrea Mascia, Gianluca Mele, Claudia Meleddu, Cristiana Melis, Giulia Melis, Claudia Mura, Simona Nieddu, Chiara Olivetti, Andrea Pani, Clara Pau, Michele Pilisi, Franco Pillitu (da Albo B, n. 324), Vincenzo Pilloni (da Albo B, n. 142), Roberto Pintus, Matteo Pipia, Alessandro Pisu, Daniele Podda, Antonio Porcina, Diego Porcu, Silvana Schirru, Basilio Secci (da Albo B, n. 248), Michele Serra, Velio Serra, Simona Setzu, Fabrizio Solinas, Carla Tidu, Farid Tomasi, Francesco Zedda, Gianfranco Zedde, Antonio Zoccheddu, Cristina Zuliani.

Vista la domanda presentata ed esaminata la documentazione allegata, il Consiglio delibera l'iscrizione all'Albo B, con anzianità 2 febbraio 2011, degli ingegneri iunior Stefania Giacobbe, Luca Loi, Stefano Magrini, Muriel Manca, Sandro Melis, Maurizio Moroni, Pier Luigi Murru, Giorgio Nappo, Matteo Pisano, Efisio Porcu, Enea Tocco, Antonello Tore.

Trasferimento. Vista la richiesta del professionista ed esaminata la documentazione, il Consiglio delibera il trasferimento dell'ing. Davide Fancello da quest'Ordine a quello di Nuoro.

Dimissioni. Viste le richieste ed esaminata la documentazione, il Consiglio delibera la cancellazione dall'Albo, per volontarie dimissioni, degli ingegneri Francesco Abis, Fabiano Caddeo, Salvatore Pretti.

Cancellazione. Appresa la notizia ed esprimendo i sensi del più profondo cordoglio, il Consiglio delibera la cancellazione dall'Albo dell'ing. Morgan Moi, deceduto il 19 gennaio 2011.

Logo Ordine. Facendo seguito a quanto deliberato dal Consiglio il 4 agosto 2010, è stato costituito il gruppo di lavoro composto dai consiglieri Andrea Casciu, Gianluca Cocco, Giuseppe Garau, Gianni Massa e Laura Rutilio. Oggi è assente il segretario Gianluca Cocco, che assieme al presidente ha coordinato i lavori riguardanti la proposta di logo. La consulenza relativa è stata affidata, nel rispetto del regolamento approvato dal Consiglio il 7 giugno 2010, al dott. Stefano Asili, impegnando - in base al verbale 14/2010 del 4 agosto 2010 - un importo complessivo pari a 4.000 euro sul capitolo “6 - Comunicazione” del bilancio di previsione, approvato in sede di assemblea generale il 29 luglio 2010 (nel verbale sopra richiamato erano stati impegnati 6.000 euro). Si illustra la proposta del gruppo di lavoro, richiamando lo scopo e la funzione dell'Ordine degli ingegneri e le specificità legate alla provincia di Cagliari. Si sottolinea il concetto che il logo/marchio dovrà rappresentare le differenti discipline dell'ingegneria ponendo l'accento sugli elementi unificanti delle stesse, quindi, allo stesso tempo, una ricerca di differenze e di convergenze. Viene illustrato lo studio del grafico che si allega al presente verbale. Il Consiglio approva a maggioranza, con il voto contrario di Salvatore Todde che motiva il suo voto con il fatto che il logo proposto non è di suo gradimento dal punto di vista estetico.

Sito Internet. Facendo seguito a quanto deliberato dal Consiglio il 4 agosto 2010, è stato costituito il gruppo di lavoro composto dai consiglieri che hanno dato la propria disponibilità (Andrea Casciu, Gianluca Cocco, Giuseppe Garau, Gianni Massa, Gaetano Nastasi, Laura Rutilio, Sergio Lai, Pierfrancesco Testa). La consulenza relativa è stata affidata, nel rispetto del regolamento approvato dal Consiglio il 7 giugno 2010, al dott. Stefano Dessì, impegnando un importo complessivo pari a 4.000 euro sul capitolo “6 - Comunicazione” del bilancio di previsione approvato in sede di assemblea generale il 29 luglio 2010.

Si presenta e si illustra la proposta di struttura del nuovo sito, sottolineando che il percorso del gruppo di lavoro è stato condiviso anche dal giornalista Massimo Mezzini che gestisce e coordina le attività legate all'attuale sito e alla rivista. Tutti i contenuti dell'attuale sito saranno trasferiti nella nuova struttura, mentre le aree e le sezioni tematiche saranno implementate come illustrato al Consiglio. Non cambierà la modalità di gestione dei contenuti, nel senso che gli stessi saranno caricati sul sito dal web manager e dalla segreteria dell'Ordine, previa autorizzazione.

La flessibilità proposta, che consentirà un arricchimento significativo dei contenuti, richiederà uno sforzo dei consiglieri, delle commissioni e del personale della segreteria per la “traduzione” nel sito delle tematiche trattate e delle linee di indirizzo. A questo fine occorre dotare la segreteria di un pc portatile dedicato alla gestione dei contenuti del sito. Il Consiglio approva all'unanimità.

Il presidente invita tutti i consiglieri a visitare il sito provvisorio per dare tutti i contributi possibili al miglioramento dell'interfaccia e comunica che tutti i consiglieri saranno invitati a un collaudo non appena i contenuti dell'attuale sito saranno riversati nella nuova struttura, prima dell'attivazione del sito stesso.

Parcelle. È giunta una richiesta di accesso agli atti da parti di un iscritto nell'ambito di una causa civile contro un collega. Si richiede una verifica da parte della commissione parcelle (referente: Laura Rutilio).

Il Comune di Serrenti ha segnalato un possibile caso di esercizio abusivo della professione da parte di un collega che avrebbe firmato la relazione di primo spandimento di reflui di un frantoio oleario. Il consigliere Rutilio, relatore della Commissione parcelle, legge l'allegato A del D.M. 6 luglio 2005 che, al punto 4, stabilisce i contenuti della relazione di primo spandimento e attribuisce le competenze per la sua redazione ad un agronomo, perito agrario o agrotecnico o geologo, iscritti nel rispettivo albo professionale. Il Consiglio concorda quindi che la relazione contenuta all'interno della richiesta per l'autorizzazione allo spandimento dei reflui non possa essere firmata da un ingegnere. Si dà mandato al segretario di inoltrare la nota del Consiglio al Comune di Serrenti. Il Consiglio si riserva di convocare il collega per chiedere chiarimenti.

Segnalazioni. L'Agenzia del Demanio ha chiesto il nome di un professionista per l'affidamento dell'incarico per l'ottenimento del certificato di prevenzione incendi per uno stabile in via Lo Frasso. Il Consiglio delibera di inviare una e-mail a tutti gli iscritti.

In merito alle segnalazioni dei colleghi all'interno delle terne e delle commissioni di gara, il presidente Massa fa notare come si stia verificando ultimamente una preoccupante discrasia tra le posizioni del Consiglio a proposito di bandi e gare pubbliche, esplicato attraverso il lavoro della Commissione bandi e Commissione Lavori pubblici, e l'atteggiamento di alcuni colleghi nello svolgere le funzioni di commissari in pubblici concorsi su segnalazione dell'Ordine stesso. Il presidente propone l'istituzione di un gruppo di studio che analizzi il problema e porti al Consiglio una serie di proposte. Il consigliere Puddu chiede di rendere partecipi tutti i consiglieri del lavoro svolto dalla commissione, affinché possano giungere proposte anche dall'esterno. Gabriella Lena concorda con la proposta di Puddu di condivisione della discussione, attraverso scambi via e-mail, e suggerisce che il gruppo faccia la sintesi delle proposte portate dai consiglieri. Per il gruppo si propongono i consiglieri Rutilio, Nastasi (coordinatore) e Casciu.

Commissioni. È iniziato il percorso del bilancio preventivo presso le Commissioni dell'Ordine. Al termine si farà una sintesi delle eventuali proposte di modifica e dei suggerimenti, che sarà portata all'attenzione del Consiglio. Si ricorda che i verbali delle Commissioni sono a disposizione di tutti i consiglieri nell'archivio informatico delle Commissioni, in segreteria.

La Commissione CTU nelle ultime due riunioni si è occupata della legge sulla mediazione e della proposta al Consiglio di formalizzare la convenzione presso l'Agenzia del Territorio per permettere l'accesso al SISTER per gli iscritti all'Ordine, pagando unicamente l'abbonamento annuale di 30 euro. Il costo una tantum di 200 euro sarà a carico dell'Ordine e non più di ogni singolo iscritto. Per la stipula dell'accordo si rende necessario dotare l'Ordine di firma digitale. Il Consiglio approva all'unanimità la proposta della Commissione e dà mandato al segretario e al tesoriere di attivare la procedura di acquisto della firma digitale presso il gestore della posta elettronica certificata e di attivare quanto richiesto.

Il consigliere referente Nastasi riferisce in merito al lavoro svolto dalla Commissione Bandi. Si chiede il rinnovo dell'abbonamento al servizio bandi. Il Consiglio approva, delegando il tesoriere alla stipula del contratto. Nastasi ricorda inoltre che è in scadenza la convenzione stipulata con le colleghe del Gruppo bandi. Il Consiglio delibera di dare mandato a Nastasi e al tesoriere di studiare una proposta di rinnovo della consulenza da proporre al Consiglio.

Il presidente riferisce delle richieste che, su segnalazioni di parecchi colleghi, l'Ordine ha sottoposto ad Abbanoa. La società, seppur dopo parecchie riunioni e confronti su differenti punti di vista, ha accettato tutte le segnalazioni: nei nuovi bandi di affidamento le modifiche sono state integralmente inserite, nei bandi in itinere le modifiche sono state recepite sotto forma di risposta ai quesiti. In particolare si richiama l'attenzione sulla problematica riguardante la richiesta della società di modificare il livello di progettazione da definitivo ad esecutivo agli stessi patti e condizioni della convenzione afferente al solo livello definitivo di progettazione. Questa problematica è stata superata con l'intervento dell'Ordine, così come quella collegata alla deontologia professionale in merito all'accettazione di incarichi totalmente non retribuiti (posizione che si ritiene illegittima).

A margine dell'incontro con gli iscritti sul monitoraggio bandi svoltosi nel mese di novembre 2010, è pervenuta da quotidiano economico Il Sole-24 Ore una richiesta di dati relativi al monitoraggio dei bandi svolto dall'Ordine. Tali dati presentano infatti particolarità ed aspetti di interesse per la disomogeneità rispetto a quelli presentati dal Gruppo studi dell'Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici e a quelli già raccolti dal quotidiano. Il presidente propone che lo scambio delle informazioni con la testata giornalistica sia compensato da una maggiore visibilità del Consiglio e degli Ordini professionali all'interno del giornale, attraverso una maggiore presenza e momenti di riflessione sui problemi della categoria tra gli argomenti trattati.

Il consigliere Sergio Lai comunica che il 21 gennaio a Roma si è svolta una riunione della Commissione Sicurezza del CNI. Si sono discusse sostanzialmente tre tematiche: sistemi di comunicazione, iniziative e costituzione dei gruppi di lavoro. È prevista l'attivazione di un forum, con user-id e password, riservato ai membri della Commissione e ai delegati degli Ordini provinciali. La funzione sarà quella di divulgazione delle notizie e di canalizzazione degli argomenti meritevoli di essere trattati. Attualmente sono già stati individuati i coordinatori dei vari gruppi che sono storicamente quelli che maggiormente si sono attivati e distinti in precedenza con un lavoro documentato, incessante, proficuo e riconosciuto e sono: Marco Colombo (referente Gruppo), Gabriella Magri (segreteria tecnica e coordinamento), Alessandro Matteucci (Titolo I), Bergagnin (Titolo IV), Mauro Rossato (Interpello), Antonio Leopardi (Rapporti con Amministrazioni).

Si è discusso poi su una gara Consip a carattere nazionale su attività legate alla sicurezza: l'Ordine di Bologna ha presentato ricorso all'Autorità di Vigilanza. Sulla questione è stata ribadita la necessità di sensibilizzare tutti i Consigli per contrastare un sistema di affidamento che, se accettato, costituirà un precedente che sancirà di fatto la fine della professione. Gli incarichi di progettazione affidati all'Università sono già sulla stessa scia.

Adempimenti immediati: comunicazione dei delegati del Consiglio e dei relativi settori di interesse (iscrizione ai gruppi di lavoro affidati ad un capogruppo); si è sostenuto che devono partecipare in questa fase esclusivamente i coordinatori delle Commissioni Sicurezza o i membri del gruppo di lavoro Sicurezza, se non coincidenti. Il consigliere Lai ritiene che possano e debbano partecipare anche i consiglieri Pierfrancesco Testa e Gabriella Lena. I Gruppi attivati sono: 1) Titolo I-II-III; 2) Titolo IV; 3) Formazione; 4) Rapporti con gli Enti; 5) Interpello; 6) Eventi e Comunicazione. Il Consiglio dà mandato al consigliere Lai di inviare i nominativi dei colleghi Testa e Lena per la partecipazione ai gruppi di lavoro.

La Commissione Sistemi di Gestione a breve presenterà la stesura finale del check-up svolto dal gruppo di lavoro per la certificazione della segreteria.

La Commissione Formazione e Aggiornamento si riunirà martedì 8.

Per la Commissione Sicurezza, Gabriella Lena riferisce sulla proposta presentata dall'ing. Bruno Utzeri, esperto del Consiglio come consulente dei piani formativi in materia di sicurezza per il 2010, per la riedizione dei corsi sicurezza nel 2011. Il Consiglio approva la proposta di programma presentata e affida all'ing. Utzeri il compito di redigere il piano dell'offerta formativa in materia di sicurezza per l'anno 2011, che sarà esaminato in una delle prossime sedute. In merito ai costi dei corsi sulla sicurezza, il consigliere Rutilio fa notare che, per la competitività economica dei corsi dell'Ordine in rapporto a quelli tenuti da altre associazioni di categoria e ordini professionali, si potrebbero abbattere sensibilmente i costi diminuendo i compensi orari dei docenti. Lena rileva che potrebbe essere interessante, al fine di fidelizzare la partecipazione dei colleghi ai corsi, la possibilità di legare il costo del singolo corso al numero di corsi frequantati all'interno dell'Ordine (minor costo a chi frequenta un numero maggiore di corsi).

Parcelle. Il presidente comunica che è pervenuta all'Ordine una segnalazione su un incarico vinto da un collega che ha presentato un ribasso pari al 97,50% della tariffa professionale. La società che ha affidato la gara è la AcquaVitana. Si dà mandato alla Commissione bandi di predisporre una diffida.

La Prefettura di Catania ha redatto una circolare in relazione ai ribassi sugli affidamenti afferenti la sicurezza. Il presidente propone al Consiglio di attivare un confronto con la Prefettura di Cagliari sull'argomento.

Convegni e seminari. L'Aicarr organizza per il 18 febbraio al THotel un convegno su “I sistemi VRF ad alta efficienza” (referente Gaetano Nastasi). Per il convegno AGR Legno il referente sarà il consigliere Laura Rutilio. Per la giornata di studi su “La messa in sicurezza nel sottosuolo in ambiente urbano caratterizzato da cavità sotterranee e rischio idrogeologico: esperienze, proposte, orientamenti”, in programma il 24 febbraio presso la Facoltà di Ingegneria, si propone di trasmettere la documentazione ai colleghi Maurizio Boaretto, Pierfrancesco Testa e Marco Martis.

Si delibera il rinnovo dell'abbonamento a Europa Concorsi e l'adesione al progetto “Invito alla lettura”.

il logo del CNI - Consiglio Nazionale Ingegneri
il logo del Centro Studi del CNI
il logo del 59° Congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri, a Caserta
logo Regione Sardegna - Prezzario Lavori pubblici