il logo dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

sede: via Tasso 25 - 09128 Cagliari
telefono: 070.499703 - 070.499075 • fax: 070.44370 • P.IVA 00458800927
contatti e-mail
orari per il pubblico: lunedì: 11-13; martedì: 9-13 e 16-20
mercoledì: 9-13; giovedì: 9-13 e 16-20; venerdì: 11-13
[ login ]

Consiglio - seduta del 31 maggio 2013

Sono presenti il presidente Sergio Lai e i consiglieri Maurizio Boaretto, Andrea Casciu, Gianluca Cocco (seduta in corso), Annamaria Deplano, Alessio Farci, Alessandro Lai, Gabriella Lena, Gaetano Attilio Nastasi, Nicola Puddu, Sandra Tobia, Salvatore Todde. Assenti giustificati: Maria Laura Rutilio, Pierfrancesco Testa, Giuseppe Garau.

Iscrizioni. Viste le domande presentate ed esaminata la documentazione allegata, il Consiglio delibera l'iscrizione all'Albo A, con anzianità 31 maggio 2013, degli ingegneri Massimiliano Orrù, Claudia Palmas, Callisto Pili, Fabio Puddu. Vista la domanda presentata ed esaminata la documentazione allegata, il Consiglio delibera l'iscrizione all'Albo B, con anzianità 31 maggio 2013, dell'ingegnere iunior Martino Caboni.

Trasferimenti. Viste la richieste dell'Ordine di Nuoro ed esaminata la documentazione agli atti, il Consiglio delibera il trasferimento degli ingegneri Giorgio Nappe e Massimiliano Venturini da questo Ordine a quello di Nuoro.

Parcelle. Il Consiglio delibera l'approvazione di una parcella.

Terne e segnalazioni. Vista la richiesta del dott. Carlo Piras (prot. 313) sulla nomina di un terzo arbitro, il Consiglio esamina i curricula presentati da alcuni colleghi e ritiene che tutti siano in possesso di una adeguata professionalità per lo svolgimento della prestazione richiesta; si decide quindi di procedere per sorteggio. Il nome estratto a sorte è quello dell'ing. Stefano Piras (numero albo 2624) e il Consiglio delibera di segnalarlo per la funzione di terzo arbitro.

Protezione civile. Visto il protocollo d'intesa con la Protezione civile regionale concordato anche con altri Ordini professionali, il Consiglio delibera la sua approvazione.

Commissioni. Il presidente Lai introduce una richiesta della Commissione Sistemi di Gestione, relativa all'organizzazione di un corso sulla Nuova ISO 17065, tenuto dal docente Nicola Gigante, esperto di Accredia (ex Sincert). I principali obiettivi del corso consistono nel presentare i nuovi requisiti introdotti dalla norma, fornendo chiarimenti utili alla loro comprensione e alla loro interpretazione in chiave applicativa e nel consentire ai partecipanti di migliorare la propria competenza relativa alla Certificazione dei Prodotti, Processi e Servizi. Il Consiglio approva l'iniziativa.

I referenti della Commissione Sistemi di Gestione - Antonio Obino, Andrea Cadeddu e Giovanni Piras - espongono l'attività svolta per l'implementazione del Sistema Qualità dell'Ordine. Si è completata la seconda fase dopo il check-up e viene presentata al Consiglio una bozza del manuale della qualità, con una descrizione dell'organizzazione dell'Ordine, i processi, le loro interazioni, le modalità di attuazione e le responsabilità.

Tale documento contiene: la politica per la Qualità; la struttura dell'organizzazione e la definizione delle responsabilità; i processi e le loro interazioni; le modalità operative adottate; la definizione degli obiettivi per la Qualità;la strutturazione e la distribuzione della documentazione del Sistema Qualità.

I documenti del SGQ descrivono come la politica della qualità viene applicata e come, attraverso la conduzione aziendale, l'Ordine persegue il miglioramento continuo della qualità dei propri servizi per la completa soddisfazione degli utenti.

Il Manuale della Qualità (MQ) è il documento fondamentale usato dall'Ordine per descrivere, documentare, coordinare ed integrare la struttura organizzativa, le responsabilità e tutte le attività che regolano l'istituzione, il funzionamento e la gestione del Sistema Qualità secondo la Politica della Qualità e la Norma UNI EN ISO 9001. Esso richiama procedure ed attività delineando le modalità gestionali ed operative necessarie per il buon funzionamento del Sistema Qualità. Fornisce un'immagine completa ma sintetica del Sistema di Gestione per la Qualità e si integra con le procedure specifiche richiamate in ogni sezione. Il manuale è il risultato di un lavoro svolto, verificato ed approvato da tutte le funzioni e dal presidente, e rispecchia la realtà dell'ente. È suddiviso in sezioni che rappresentano la risposta dell'Ordine alla Norma di riferimento UNI EN ISO 9001.

Le Procedure (MP, Pro.) sono documenti primari, di tipo interfunzionale, che disciplinano e coordinano le attività, definiscono modalità operative, risorse e responsabilità, al fine di garantire la Qualità dei servizi e dei processi. Costituiscono l'ossatura del Sistema di Gestione per la Qualità e sono il completamento naturale del Manuale della Qualità, nel quale vengono richiamate tutte le volte che si rende necessario esplorare il Sistema nel dettaglio e le stesse sono state raccolte nel Manuale delle Procedure dell'Ordine.

Le Istruzioni (IO) sono disposizioni scritte che specificano e/o descrivono le modalità esecutive, i metodi, i mezzi, i materiali e la sequenza delle operazioni da adottare per svolgere una definita attività. Possono essere interne o fornite dalle aziende committenti e da fornitori. Oltre a descrivere in dettaglio come gestire i punti critici per la qualità in ogni specifica attività, le istruzioni formalizzate documentano le modalità attraverso le quali il personale dell'ente realizza il proprio lavoro nel rispetto dei requisiti fondamentali di Qualità, Sicurezza ed Efficacia. L'estensione ed il grado di dettaglio delle istruzioni dipendono dalla complessità dell'attività e dalla sua criticità per la qualità, dalla capacità e dall'addestramento del personale chiamato a svolgere l'attività.

I Documenti di registrazione (Moduli) sono utilizzati per la registrazione di precise attività di controllo e verifiche. Essi sono identificati come allegati alle Procedure e alle Istruzioni del Sistema di Gestione per la Qualità aziendale (SGQ) e la responsabilità della loro compilazione ed archiviazione è definita in ciascuna Procedura/Istruzione che contiene o rimanda a Documenti di Registrazione.

I rappresentanti della Commissione presentano al Consiglio la terza fase dell'implementazione del Sistema di gestione, che comprende l'emissione delle Procedure delle Istruzioni Operative e di tutta la modulistica. A seguito dell'avvio del Sistema di Gestione data avvio (Punto Zero) dopo un mese circa verranno eseguiti gli Audit del sistema, che comprenderanno almeno un'attività formativa in campo da cui scaturiranno le evidenze delle azioni correttive da intraprendere per il miglioramento del SGQ.

Infine si è discusso se fosse utile la certificazione a cura di organismo accreditato secondo la Norma UNI EN ISO 9001:2008. La Commissione Sistemi di Gestione già in passato ha espresso la propria convinzione sull'utilità della certificazione in quanto sia opportuno avere l'Ordine certificato anche per il settore Formazione, sia perché un punto di vista esterno dell'organismo di certificazione è sempre qualcosa in più rispetto ad un autoreferenziazione. Il Consiglio delibera di procedere alla Certificazione dell'Ordine degli ingegneri della provincia di Cagliari secondo la norma UNI EN ISO 9001:2008.

A completamento dell'iter, il Consiglio delibera di procedere alla scelta dell'Ente di Certificazione e delega il segretario a richiedere l'offerta di almeno tre enti con adeguato curriculum e a procedere all'affidamento nel rispetto del regolamento vigente.

Il consigliere Nastasi illustra al Consiglio una lettera consegnata l'8 maggio 2013 con la quale comunica che - in relazione alla elaborazione del bando per l'affidamento dell'incarico di consulenza scientifica per l'organizzazione e il coordinamento dei corsi della sicurezza per RSPP e CSPE -, accertato che questo Consiglio nel novembre dello scorso anno ha inteso rinnovare l'incarico al consulente storico per l'intero 2013, ritiene non opportuno partecipare all'attività del gruppo di lavoro allo scopo istituito dal Consiglio stesso e pertanto presenta le proprie dimmissioni.

Nastasi sottolinea l'importanza di rispondere in tempi brevi alla richiesta di convocare un'assemblea degli iscritti per discutere il tema dell'organizzazione dei corsi della sicurezza - come emerso nell'assemblea degli iscritti del 20 dicembre 2012 e chiesto nel Consiglio del 6 febbraio 2013 - e sul tema della formazione continua.

Inoltre, il consigliere Nastasi ribadisce l'esigenza di convocare il sindaco del Comune di Cagliari per verificare gli impegni presi in occasione dell'incontro pre-elettorale del maggio 2011, con particolare riguardo ai persistenti problemi con il Servizio edilizia privata e alla gestione dell'attività di progettazione, come deciso nel consiglio del 16 gennaio 2013.

In riferimento alla partecipazione del nostro Ordine al concorso di idee per il Sulcis 99 Ideas, Nastasi ribadisce le perplessità formulate lo scorso Consiglio sulla procedura seguita, che ha portato alla presentazione del progetto senza che l'iniziativa sia stata diffusa preventivamente tra i colleghi e che lo stesso sia stato presentato senza che il Consiglio abbia avuto modo di esaminarlo. Inoltre giudica paradossale la mail con cui si è chiesto ai settemila iscritti di votare il progetto dell'Ordine. Non c'è nessun riguardo per ciascuno dei nostri iscritti che ha presentato un proprio progetto o ha partecipato alla elaborazione di una proposta con altre organizzazioni. Nastasi chiede che sia inviata una mail di rettifica agli iscritti e che si ritiri il progetto presentato.

A proposito del progetto Sulcis 99 Ideas, il presidente risponde che l'iniziativa, nata all'interno della commissione Innovazione e Sviluppo del Territorio, non pregiudicava la partecipazione dei singoli ingegneri; infatti diversi ingegneri hanno regolarmente partecipato in vari progetti senza alcuna esclusione. Solo per motivi di tempo, a causa della scadenza imminente del bando, non è stato possibile dare ampia diffusione all'iniziativa. Il presidente ricorda che lo stesso consigliere Nastasi ha partecipato ad alcune riunioni della commissione dando disponibilità a fornire un proprio contributo: il coordinatore ing. Capra gli ha chiesto di sviluppare un tema sulla mobilità sostenibile di Carloforte.

Assemblea. Il Consiglio delibera di convocare l'Assemblea generale degli iscritti all'Ordine, in prima convocazione per il 21 giugno 2013 alle ore 19 presso la sede dell'Ordine e - se necessario - in seconda convocazione per il giorno 24 giugno 2013 alle 18. Questo l'ordine del giorno: approvazione bilancio consuntivo 2012; approvazione variazione bilancio preventivo 2013; acquisto e/o ampliamento della sede dell'Ordine; organizzazione formazione e corsi obbligatori.

Patrocini. Il Consiglio delibera di concedere il patrocinio all'ing. Andrea Alessandro Muntoni (Radon free) per lo svolgimento dell'attività di ricerca sul gas radioattivo radon.

Vista la richiesta dell'UNAE Sardegna, il Consiglio concede il patrocinio per l'organizzazione di un corso di aggiornamento.

il logo del CNI - Consiglio Nazionale Ingegneri
il logo del Centro Studi del CNI
il logo del 59° Congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri, a Caserta
logo Regione Sardegna - Prezzario Lavori pubblici