il logo dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Cagliari

sede: via Tasso 25 - 09128 Cagliari
telefono: 070.499703 - 070.499075 • fax: 070.44370 • P.IVA 00458800927
contatti e-mail
orari per il pubblico: lunedì: 11-13; martedì: 9-13 e 16-20
mercoledì: 9-13; giovedì: 9-13 e 16-20; venerdì: 11-13
[ login ]

Consiglio - seduta del 12 novembre 2013

Sono presenti il presidente Gaetano Attilio Nastasi, il segretario Valentina Locci e i consiglieri Gianluca Cocco, Luigi Fantola, Marianna Fiori, Valeria Fois, Giuseppe Garau (seduta in corso), Sergio Lai, Angelo Loggia, Giuseppina Vacca (a seduta in corso, dopo aver partecipato alla riunione della Commissione Formazione e Aggiornamento), Stefano Zuddas, Fabio Zuddas. Assenti giustificati: Camoglio, Fantola, Porcedda, Puddu.

Iscrizioni. Viste le domande presentate ed esaminata la documentazione allegata, il Consiglio delibera l'iscrizione all'Albo A, con anzianità 12 novembre 2013, degli ingegneri Alessandra Lai e Dario Maccioni.

Trasferimenti. Vista la richiesta dell'Ordine di Parma ed esaminata la documentazione agli atti, il Consiglio delibera il trasferimento dell'ing. Andrea Lifoda da questo Ordine a quello di Parma. Vista la richiesta dell'Ordine di Nuoro ed esaminata la documentazione agli atti, il Consiglio delibera il trasferimento dell'ing. Carlo Sassu da questo Ordine a quello di Nuoro.

Cancellazioni. Viste le richieste ed esaminata la documentazione agli atti, il Consiglio delibera la cancellazione dall'Albo, per volontarie dimissioni, degli ingegneri Antonino Tanas (1616) e Letizia Moretti (1609).

Appresa la notizia ed esprimendo i sensi del più profondo cordoglio, il Consiglio delibera la cancellazione dall'Albo dell'ing. Enrico Fodde, deceduto il 30 ottobre 2013.

Commissioni. Il Consiglio delibera di dividere la Commissione Energia e Impianti, istituendo due nuove commissioni: la Commissione Energia e Sostenibilità e la Commissione Impianti.

Il presidente Nastasi propone di riepilogare lo stato delle convocazioni delle commissioni tecniche e di fissare i nuovi appuntamenti per la settimana in corso e quelle successive. Queste le prossime riunioni, fissate sempre per le 19: Ambiente e Territorio, venerdì 22 novembre; Informatica giovedì 28 novembre; Lavori pubblici e Pubblica Amministrazione, martedì 26 novembre; Sicurezza, giovedì 21, Strutture e Geotecnica (convocate insieme), lunedì 25; Sistemi di Gestione, venerdì 29. Da definire le date per le Commissioni Impianti, Architettura e Ingegneria Forense.

Si discute poi del lavoro svolto in passato dalle commissioni tecniche e in particolare – vista la richiesta di partecipazione all'incontro nazionale delle Commissioni di Ingegneria Geotecnica, a Bolzano, presentata al Consiglio dall'ing. Martis – della partecipazione dei colleghi della Commissione Geotecnica delegati (ing. Martis e ing. Boaretto) all'incontro nazionale del 2012. Nastasi chiede di valutare il documento di sintesi prodotto dai colleghi a seguito dell'incontro e del successivo lavoro svolto dalla Commissione Geotecnica.

Lai risponde che i colleghi Martis e Boaretto hanno partecipato all'incontro nazionale del 2012 a nome dell'Ordine di Cagliari ma non hanno prodotto una relazione.

Il presidente ribadisce l'importanza della partecipazione del Consiglio o dei suoi delegati ad eventi, assemblee o comunque a tutte le occasioni di rilevante interesse, a livello regionale o nazionale. Ma allo stesso tempo sottolinea la necessità che tale partecipazione possa avere ricadute utili per l'Ordine e per i suoi iscritti. Nastasi chiede quindi che d'ora in poi tutti i partecipanti a tali incontri, siano essi iscritti delegati o consiglieri con deleghe specifiche, producano dei verbali e dei documenti, per illustrare i contenuti degli incontri al Consiglio e alle commissioni tecniche di riferimento.

Il presidente propone, e il Consiglio condivide, di dare parere favorevole alla partecipazione all'evento di Bolzano, a condizione che ci sia prima un incontro con i colleghi Martis e Boaretto, per valutare i documenti prodotti dai delegati della Commissione Geotecnica nel 2012, e che ci sia l'impegno a produrre del materiale da pubblicare sulla rivista dell'Ordine. Si rimanda quindi al prossimo Consiglio la nomina dei delegati all'incontro nazionale Geotecnica per il 2013.

Si designano i consiglieri referenti per le seguenti commissioni: Marianna Fiori per Edilizia privata; Giuseppe Garau per Architettura; Fabrizio Porcedda per Ambiente e Territorio; Angelo Loggia per Docenti e per Impianti; Valeria Fois per Energia e Sostenibilità; Giuseppina Vacca per Formazione e Aggiornamento; Sergio Lai per Geotecnica e per Sistemi di Gestione; Stefano Zuddas per Giovani; Fabio Zuddas per Informatica.

Il presidente Nastasi propone che sia nominata Valeria Fois come referente per la Commissione Innovazione e Sviluppo, Industria e Impresa. Lai si astiene, perché ritiene che questa scelta sia in contrasto con la sua richiesta di garantire continuità al lavoro degli ultimi due anni di alcune commissioni (tra cui questa). Nastasi spiega che la proposta di nominare il consigliere Fois quale referente è motivata dalla necessità di riorganizzare il gruppo di lavoro e la programmazione delle attività della Commissione. A giudizio del presidente, la richiesta di dare continuità al lavoro di questa commissione non può essere accolta poiché la Commissione Innovazione e Sviluppo nel recente passato ha lavorato senza rapportarsi con il Consiglio, tenuto all'oscuro delle iniziative e delle scelte portate avanti.

Questi gli altri referenti designati dal Consiglio: Fabrizio Porcedda per Lavori pubblici e Pubblica Amministrazione, Giuseppe Garau per Ingegneria Forense; Denise Puddu per Sicurezza, Sergio Lai per Sistemi di Gestione; Angelo Loggia per Rapporti col Territorio; Valeria Fois per Innovazione e Sviluppo, Industria e Impresa.

Si rimanda la convocazione della Commissione Parcelle in modo da poter stabilire con precisione un metodo di lavoro.

Viste le tante richieste dei colleghi interessati a partecipare, si propone di nominare referente per la Commissione Strutture il consigliere Stefano Zuddas. Il Consiglio decide di deliberare in merito alla nomina, dopo le opportune valutazioni, in occasione della prossima seduta.

Consiglio di disciplina. Il presidente Nastasi ricorda al Consiglio le procedure per segnalare al Tribunale i candidati per il Consiglio territoriale di disciplina. Nei giorni scorsi è stata inviata una mail agli iscritti con le informazioni generali pubblicate sul sito e l'invito a presentare la candidatura entro il 18 novembre.

Il Consiglio delibera di accertare quali siano stati effettivamente i provvedimenti adottati dall'Autorità giudiziaria nei confronti di un collega, per procedere eventualmente alla sospensione dall'albo e dall'esercizio della professione. Si decide di trasmettere un'istanza alla Procura della Repubblica e al Presidente dei Tribunale; sulla base dei riscontri avuti, si procederà d'ufficio con le iniziative conseguenti.

Federazione. Nastasi presenta l'attività della Federazione regionale degli Ordini, spiegando che il numero dei rappresentanti per ogni Ordine dipende dal numero degli iscritti. Per l'Ordine di Cagliari devono essere presentati 8 nomi; d'ufficio prendono parte alle assemblee della Federazione regionale il presidente e segretario. Si rendono disponibili Giuseppe Garau, Fabio Zuddas (come rappresentante dell'Albo B), Angelo Loggia (in veste di rappresentante per le province extra territoriali rispetto a Cagliari), Stefano Zuddas (per dare maggior peso al lavoro del Network Giovani nazionale e promuovere l'istituzione della Commissione Giovani in altri Ordini), Valeria Fois  e Sergio Lai. Vista la disponibilità e l'interesse a prendere parte all'attività della Federazione regionale espressa anche dal consigliere Fiori e dal consigliere Puddu (oggi assente giustificato), il Consiglio rinvia la designazione dei delegati ad una prossima seduta.

L'Assemblea nazionale degli Ingegneri è in programma a Roma il 13 novembre. Parteciperanno ai lavori Nastasi, Locci, Zuddas S., Fois e Fantola.

Corsi e seminari. Il segretario Valentina Locci presenta al Consiglio le diverse segnalazioni e proposte di candidature di diversi colleghi, enti di formazione e privati per la partecipazione ai corsi di formazione.

Il Consiglio decide di formare un un gruppo di lavoro per la definizione dei servizi agli iscritti. Ne faranno parte Fois (referente), Garau, Vacca, Locci, Puddu e Fantola.

La prossima riunione del Consiglio direttivo sarà convocata per il 27 novembre alle 18,30 a Iglesias, presso la sede dell'Associazione Mineraria Sarda.

Il Consiglio prende atto delle convocazioni per due incontri (16 novembre e 18 novembre) dedicati al Piano paesaggistico regionale. Si delegano Fiori e Porcedda per entrambi gli appuntamenti.

Il consigliere Lai presenta un intervento a proposito del comunicato stampa sul Piano paesaggistico regionale diffuso dall'Ordine e pubblicato il 4 novembre. “Mi riferisco alla nota stampa del presidente Gaetano Nastasi, a proposito della pianificazione paesaggistica senza il coinvolgimento, a suo dire, dell'Ordine degli ingegneri. Si tratta, a mio avviso, di un'uscita inopportuna in quanto sarebbe stato necessario come minimo informarsi e poi trattare l'argomento in Consiglio in modo trasparente. Infatti non si tratta di una intervista, per la quale chiunque esprime le proprie opinioni senza la necessità di un passaggio in Consiglio, ma di una nota stampa, come indicato nella stessa notizia riportata nel nostro sito. Quindi, trattandosi di una esternazione di tipo politico che coinvolge l'Ordine e tutti i suoi quasi settemila iscritti, trasparenza vorrebbe che l'argomento debba essere trattato preliminarmente in un Consiglio ed, eventualmente, condiviso con gli altri Ordini provinciali degli ingegneri della Sardegna. Chiaramente in questa analisi non entro su alcuni contenuti che riguardano la necessità come categoria di essere maggiormente sentiti dalle istituzioni, al fine di poter dare un nostro contributo alla soluzione dei problemi: su questo terreno non possiamo che concordare. Ma se analizziamo la risposta dell'assessore Rassu, notiamo che lui fa riferimento a una serie di contatti iniziati da tempo. Veniamo al dettaglio, così come ricavato dall'esame dei documenti disponibili: nel periodo 2010/2011, l'Assessorato all'Urbanistica ci ha trasmesso una prima nota dell'assessore Asunis (ns. prot. 972 del 21 luglio 2010), con la quale richiedeva la partecipazione degli Ordini professionali agli incontri e tavoli per il rinnovo del PPR. Il 3 dicembre 2010 con un'altra nota (prot. 1271) siamo stati invitati dall'assessore alla revisione e aggiornamento degli ambiti costieri del PPR tramite il processo partecipativo “Sardegna nuove idee”. I laboratori erano stati organizzati il 13 e il 21 dicembre 2010 presso il CRFP (ex Cisapi); non ho notizia su una nostra partecipazione. L'Assessorato Enti locali e Urbanistica ci aveva invitato (nota prot. 174 del 25 marzo 2013), nell'ambito della verifica e adeguamento del PPR, all'illustrazione dei contenuti del protocollo di intesa e del disciplinare tecnico tra la Direzione generale Enti locali e Urbanistica e il Mi.B.A.C. L'incontro si è tenuto il 26 marzo presso la biblioteca regionale di viale Trieste.

Con successiva nota (prot. 269 del 2 maggio 2013) siamo stati invitati all'illustrazione dei contenuti e attività svolte nell'ambito del protocollo di intesa già menzionato. All'incontro che si è tenuto l'8 maggio, abbiamo partecipato come Ordine: è stato delegato il coordinatore della Commissione Edilizia privata, Luca Boggio, con nota scritta. Il collega ha riferito che, sostanzialmente, è stato illustrato il protocollo, si è parlato di ICT e ci sono stati alcuni interventi dei partecipanti. L'incontro di cui sopra è stato replicato a Tramatza e siamo stati invitati (nota prot. 315 del 23 maggio 2013); naturalmente, essendo una replica dell'incontro di Cagliari, non abbiamo partecipato.

Recentemente siamo stati invitati (nota prot. 510-A del 9 ottobre 2013) a un incontro di presentazione delle attività fin qui svolte nell'ambito della verifica e adeguamento del PPR degli ambiti costieri. Non abbiamo partecipato perché avevamo appena finito lo spoglio delle schede per le votazioni all'Ordine.

Questa è la cronistoria dei fatti. Personalmente ritengo criticabile, si intende in senso costruttivo, in particolare la frase “Dopo un quinquennio di silenzio ed inerzia sull'argomento…” riportata nel nostro sito, che non corrisponde completamente al vero. D'altro canto anche nella nota di risposta dell'assessore è presente una frase finale che non corrisponde interamente alla realtà: “Ci auguriamo di avere anche il contributo, oltre che degli altri Ordini professionali che hanno partecipato attivamente, anche di quello degli ingegneri della provincia di Cagliari, che speriamo possano non mancare ancora una volta all'appuntamento”. Si tratta, probabilmente, di una frase pungente in risposta alla nota del presidente”.

Il Consiglio delibera di inviare alla Commissione Energia la proposta di workshop presentata dalla società Sunerg Solar.

Il consigliere Loggia presenta una nota redatta con Nastasi e Cocco sul tema delle attività di progettazione e delle competenze professionali: è stata inviata alla Regione Sardegna, alla Provincia di Cagliari, a tutti i Comuni della provincia, a enti e consorzi, agli altri Ordini professionali. Nella nota, l'Ordine spiega di voler “richiamare l'attenzione su alcuni aspetti sostanziali inerenti l'attività di progettazione svolta dai dipendenti all'interno della Pubblica Amministrazione. L'art. 90, comma 4 del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii, prevede l'obbligo per tutti i dipendenti che redigono progetti per conto della propria Amministrazione, di possedere l'abilitazione all'esercizio della professione. Si fa presente, a tal proposito, che tale attività di progettazione deve essere svolta dai professionisti nell'ambito delle proprie competenze”.

“Sono numerosi i casi segnalati a questo Ordine nei quali, per l'espletamento della prestazione professionale di progettazione, non si è tenuto conto di questi limiti. Si rileva pertanto che in questi casi, col mancato rispetto dei limiti imposti dalla legge in materia di competenze professionali, si potrebbe configurare il reato di esercizio abusivo della professione, perseguibile ai sensi dell'art. 348 del codice penale. Si invitano pertanto le Amministrazioni in indirizzo alla verifica, prima dell'affidamento degli incarichi professionali ai propri dipendenti, del possesso, da parte degli stessi, delle competenze professionali richieste per la specifica attività di progettazione da effettuare”.

Il 6 novembre l'Ordine ha ricevuto una comunicazione dell'ing. Roberto Scibilia, presidente della Federazione Ordini Ingegneri del Veneto, che segnala annunci pubblicitari su portali web che promuovono prestazioni professionali (es. certificazioni energetiche), sia di architetti che di ingegneri, a prezzi particolarmente bassi e fuori mercato. Il presidente Scibilia, per supportare gli organismi competenti nella loro azione di contrasto a tale scorretta pratica professionale, invita tutti gli Ordini a monitorare in rete tali annunci su attività professionali di dubbia regolarità e ad individuare le possibili azioni di contrasto da condividere, a livello informativo, per ottenere una maggiore efficacia interdittiva.

il logo del CNI - Consiglio Nazionale Ingegneri
il logo del Centro Studi del CNI
il logo del 59° Congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri, a Caserta
logo Regione Sardegna - Prezzario Lavori pubblici